COPPE CLASSIFICHE LOCALI

Art. 1
In ogni ippodromo italiano nel quale si disputano in un anno almeno sei corse riconosciute riservate ai dilettanti, potrà essere messa in palio una “Coppa di Classifica” da assegnarsi al Gentleman o all’Amazzone meglio classificati.
Le coppe verranno offerte dalle rispettive Società di corse e verranno affidate all’A.G.R.I. che ne curerà la distribuzione ai vincitori al termine dell’annata ippica.

Art. 2
Essendo scopi precisi della “Coppa di Classifica” di provocare in ogni corsa il maggior numero di partecipanti e di ottenere che i dilettanti proprietari montino preferibilmente i loro cavalli, la classifica si otterrà nel modo seguente:

  il Cavaliere vincitore riceverà
il secondo classificato
il terzo classificato
il quarto classificato
dal quinto in poi
  10 punti;
  5 punti;
  3 punti;
  2 punti;
  1 punto;

 

 

un punto supplementare riceverà il Cavaliere o l'Amazzone che avrà partecipato ad una corsa montando un cavallo di sua proprietà o comproprietà (art.43 del reg. ex Società degli Steeple Chases).

In tutti i casi il Cavaliere, o l'Amazzone per avere diritto al punteggio, deve compiere regolarmente il percorso.
La Coppa non viene assegnata se il vincitore non è socio A.G.R.I.

Nota aggiuntiva - Le corse per dilettanti nelle quali possono partecipare i Fantini sono calcolate agli effetti delle Coppe di Classifica. La partecipazione di dilettanti a corse Fantini non è calcolata agli effetti delle Coppe di Classifica. Sono escluse le corse riservate ai partecipanti FISE e ai Cavalieri aventi diritto al massimo discarico, nonché le corse riservate alle scuole di equitazione